Imparare attraverso la sperimentazione e la didattica alternativa

Lo stabilimento collabora da tempo con l’istituto comprensivo “A. Caretta”, sia per quanto riguarda la scuola primaria che secondaria promuovendo laboratori, concorsi e sperimentazioni offrendo gli spazi dello stabilimento, mettendo a disposizione il personale Solvay come guida professionale. Non da ultimo, Solvay ha nel 2013 partecipato insieme all’istituto al progetto supportato dalla Regione Piemonte di certificazione linguistica inglese "PET" rivolto a studenti delle scuole medie inferiori.

 

Piccoli cuochi nella mensa aziendale

Per diversi anni consecutivi la Scuola Media ‘Alfieri’ di Spinetta Marengo nell'ambito del laboratorio "Scuola in Cucina" che

Caretta

rappresenta per i giovani partecipanti un’occasione di didattica alternativa e di sperimentazione creativa.

Durante l’anno scolastico i ragazzi, seguiti e supportati dalla prof.ssa Raffaella Mazzella e da alcuni studenti del Corso Triennale di Operatore della Ristorazione-Preparazione Pasti dell’istituto Enaip di Alessandria, hanno sperimentato come scegliere ingredienti e attrezzature, i procedimenti da seguire per la realizzazione delle ricette (la didattica si articola su piatti freddi e caldi) e le tecniche di presentazione.

Nell’ambito delle diverse attività pianificate, anche al fine di conoscere le realtà lavorative e le figure professionali tipiche di questo settore, gli studenti hanno visitato la nostra mensa centrale guidati dal dott. Roberto Nocciola (Direttore di Servizio della Divisione Ristorazione Pellegrini) e seguito una lezione specifica sull’HACCP con la dott.ssa Monica Silva (responsabile qualità della Società Pellegrini).

La tappa conclusiva del progetto prevede abitualmente la possibilità per un gruppo selezionato di alunni, con la supervisione del cuoco della nostra mensa aziendale, di dedicarsi alla preparazione di pizza, piadine e insalate, impattare e distribuire. L’impegno e la dedizione dei nostri giovani ospiti sono sempre premiati dall'ampia partecipazione aziendale, dimostrando il valore dell'iniziativa che coinvolge oltre la realtà scolastica anche la comunità locale.

 

Il Solar Impulse Solvay vola sull'Istituto Caretta

Classe di San Giuliano

Al fine di sviluppare un rapporto costruttivo con i giovani del territorio e sostenere con strumenti concreti la scuola e i suoi studenti, è stato indetto il concorso scolastico ‘Solar Impulse’, rivolto agli studenti delle classi seconde e terze della scuola secondaria dell’Istituto Comprensivo ‘Caretta’. Il Progetto ha richiesto, per ciascuna classe, la presentazione di un elaborato finalizzato a illustrare il tema dell’energia solare per valorizzarne la portata innovativa e la ricaduta in termini di sostenibilità ambientale. Sono state coinvolte quattro classi della scuola secondaria di I° grado 'Alfieri' di Spinetta e 'Mazzini' di San Giuliano Vecchio.

L’idea del concorso ha preso le mosse dal sogno che la Solvay sta contribuendo a far diventare realtà: volare utilizzando esclusivamente l’energia solare. Questa è l’ambiziosa e affascinante mission di Solar Impulse, il velivolo ultraleggero che si alimenta con la sola energia del sole, realizzato in Svizzera grazie ad alcuni sponsor, tra cui uno dei principali proprio la Solvay. Solar Impulse 2 pesa 2300 kg, di cui 633 kg sono il peso delle batterie al litio con una capacità di 165 kWh, necessarie a immagazzinare l’energia generata dalle oltre 16.000 celle solari ultrasottili che ricoprono la parte superiore delle enormi ali dell’aereo, lunghe 72 metri: 4 metri più lunghe di quelle di un Boeing 747.

 

La buona riuscita del progetto e la convinta partecipazione delle scuole sono motivi di incoraggiamento per la Solvay a proseguire su questa strada, per giocare un ruolo da protagonista nel futuro e continuare a rendere partecipe di questi successi anche la comunità locale. 

Leggi l'articolo de La Stampa, ed. Alessandria

Leggi l'articolo del Il Piccolo